Disputandum est

Disputandum est

Antonella BesussiBollati Boringhieri • 2012

Ebook Narrativa
ISBN: 9788833971773
Libro digitale
Questo è un eBook, un libro digitale consultabile esclusivamente con il nuovo WEBREADER TIMREADING.
ACQUISTABILE CON
        

Descrizione

Sulle nostre credenze profonde in fatto di vita e di morte possiamo confrontarci e scontrarci in spazi informali, dove le opinioni hanno libero corso e non si traducono in deliberazioni vincolanti per tutti. Ma queste controversie metafisiche devono o no trovare cittadinanza all'interno del discorso pubblico, allestendo una sorta di avvocatura politica intorno a regole e leggi? Una convenzione a lungo invalsa nei regimi liberal-democratici ha bandito le dispute che chiamano in causa cose prime e ultime, nel timore che radicali disaccordi di principio inducessero al settarismo, alla prevaricazione destabilizzante, al conflitto che non si riesce a comporre. La strategia di agnosticismo e di immunizzazione perseguita dalla modernità ha ammesso così al dibattito politico solo le ragioni accessibili e condivisibili, e ha silenziato le altre. Con un netto cambio di passo, che dà voce a un'urgenza del nostro tempo nel momento stesso in cui ne esplicita sapientemente la logica filosofico-politica, Antonella Besussi prende partito per il ritorno in scena della verità. Disputare, ossia rappresentare il disaccordo allo scoperto, attraverso l'argomentazione, implica sottrarre le credenze al cono d'ombra che ne esalta il senso di infallibilità e ne propizia l'involuzione dogmatica. È esercizio cognitivo in cui la competizione frontale tra visioni del mondo viene civilizzata dalla comune passione per la verità, via maestra per ripoliticizzare una sfera pubblica impoverita di significato.